Addetti Antincendio – Rischio alto

Durata del corso
La durata del corso è di 16 ore, come stabilito dalla normativa vigente

Destinatari
Il corso di formazione è rivolto a coloro che intendono assumere il ruolo di addetto alla lotta antincendio nelle aziende a rischio di incendio elevato (D.M. 10/03/1998).

Quali aziende sono a rischio di incendio alto
a) Industrie e depositi di cui agli artt. 4 e 6 del DPR 175/88 e s.m.i.;
b) fabbriche e depositi di esplosivi;
c) centrali termoelettriche;
d) aziende estrattive di oli minerali e gas combustibili;
e) impianti e laboratori nucleari;
f) depositi al chiuso di materiali combustibili aventi superficie superiore a  20.000 mq;
g) attività commerciali ed espositive con superficie aperta al pubblico  superiore a 10.000 mq;
h) scali aeroportuali, stazioni ferroviarie con superficie al chiuso aperta al  pubblico superiore a 5000 mq e metropolitane;
i) alberghi con oltre 200 posti letto;
l) ospedali, case di cura e case di ricovero per gli anziani;
m) scuole di ogni ordine e grado con oltre 1000 persone presenti;
n) uffici con oltre 1000 dipendenti;
o) cantieri temporanei e mobili in sotterraneo per la costruzione, manutenzione e riparazione di gallerie, caverne, pozzi ed opere simili di  lunghezza superiore a 50 m;
p) cantieri temporanei e mobili ove si impiegano esplosivi.

Formazione dell’addetto antincendio rischio alto
Conformemente a quanto stabilito dal D.lgs. 81/08 e dal D.M. 10 marzo 1998, il datore di lavoro ha l’obbligo di valutare tutti i rischi presenti in azienda e nominare i lavoratori addetti alla prevenzione incendi e lotta antincendio; il numero di tali addetti e la loro formazione devono essere rapportati alle caratteristiche specifiche dell’azienda e al suo livello di rischio incendio. Gli addetti antincendio – rischio alto hanno l’obbligo di frequentare corso di aggiornamento della durata di 8 ore con frequenza triennale. E’ prevista un’esercitazione pratica sull’uso delle attrezzature di spegnimento e di protezione.Contenuti del corso

I contenuti della formazione del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza, conformi a quanto stabilito dall’art. 37, comma 11 del D. Lgs. 81/08 e s.m.i., sono i seguenti:

a) Principi costituzionali e civilistici;
b) La legislazione generale e speciale in materia di prevenzione infortuni  e  igiene del lavoro;
c) I principali soggetti coinvolti ed i relativi obblighi;
d) La definizione e l’individuazione dei fattori di rischio;
e) La valutazione dei rischi;
f) L’individuazione delle misure (tecniche, organizzative e procedurali) di  prevenzione e protezione;
g) Aspetti normativi dell’attivita’ di rappresentanza dei lavoratori;
h) Nozioni di tecnica della comunicazione.

Obiettivo del corso
Il corso mira a fare acquisire:

  • conoscenze tecniche, pratiche ed organizzativo-procedurali per la  prevenzione incendi, la lotta antincendio e la gestione delle emergenze;
  • competenze tipiche di una formazione tecnica specifica (salvataggio,  lotta antincendio, attivazione dei dispositivi di sicurezza);
  • capacità di assumere decisioni rapide e razionali in situazioni  d’emergenza e di gestire l’emergenza nel suo complesso e nella sua  specificità e di interfacciarsi nel modo appropriato con gli organi statuali  preposti alla lotta antincendio (il Corpo dei Vigili del Fuoco).

Descrizione del programma

I contenuti del corso sono conformi alle disposizioni previste dall’allegato IX del D.M. 10 marzo 1998.

PRIMA PARTE (4 ore) – L’INCENDIO E LA PREVENZIONE INCENDI.

a) Principi sulla combustione;
b) Le principali cause di incendio in relazione allo specifico ambiente di lavoro;
c )Le sostanze estinguenti. I rischi alle persone e all’ambiente;
d) Specifiche misure di prevenzione incendi;
e) Accorgimenti comportamentali per prevenire gli incendi;
f) L’importanza del controllo degli ambienti di lavoro;
g) L’importanza delle verifiche e delle manutenzioni sui presidi antincendio.

SECONDA PARTE (4 ore) – LA PROTEZIONE ANTINCENDIO

a) Misure di protezione passiva;
b) Vie di esodo, compartimentazioni, distanziamenti;
c) Attrezzature ed impianti di estinzione;
d) Sistemi di allarme;
e) Segnaletica di sicurezza;
f) Impianti elettrici di sicurezza;
g) Illuminazione di sicurezza.

TERZA PARTE (4 ore) – PROCEDURE DA ADOTTARE IN CASO DI INCENDIO

a)Procedure da adottare quando si scopre un incendio;
b)Procedure da adottare in caso di allarme;
c)Modalità di evacuazione;
d)Modalità di chiamata dei servizi di soccorso;
e)Collaborazione con i vigili del fuoco in caso di intervento;
f)Esemplificazione di una situazione di emergenza e modalità procedurali-operative.

QUARTA PARTE (4 ore) – ESERCITAZIONI PRATICHE

a) Presa visione e chiarimenti sulle principali attrezzature ed impianti di spegnimento;
b) Presa visione sulle attrezzature di protezione individuale (maschere, auto-protettore, tute, etc.);
c)Esercitazioni sull’uso delle attrezzature di spegnimento e di protezione individuale.

A cosa ti prepara
Il corso fornisce strumenti teorici, pratici e metodi efficaci di intervento che permettono agli addetti antincendio di gestire e coordinare l’emergenza nell’ambito di aziende a rischio elevato.

Prerequisiti
La frequenza del corso non prevede requisiti specifici.

Commenti