a0098fd5395f1823bd442aa099493b3b9ff3aemv2
a0098fd5395f1823bd442aa099493b3b9ff3aemv2
a0098fd5395f1823bd442aa099493b3b9ff3aemv2

SERVIZI


Controlli / Forniture Antincendio  


Medicina del lavoro 


Consulenza documentale  


Sistemi di Gestione  


Verifica degli Impianti di Terra 


Pest Control 


H.A.C.C.P. sicurezza alimentare 





FORMAZIONE 

 

Ruoli e figure 

 

Antincendio e Primo soccorso 

 

Abilitazioni tecniche 

 

Rischi specifici 

 

Formazione Professionisti 

 

Patentini 

 

H.A.C.C.P. 

 

Formazione Finanziata 

 

 

 

ABOUT US

 

Chi siamo 

 

Certificazioni 

 

SERVIZIO CLIENTI 

 

Blog - Le ultime News

 

F.A.Q. 

 

Contattaci 

 

fb-share

Le ultime news

CHIEDI AI NOSTRI OPERATORI

www.plasso.it @ All Right Reserved 2019 

www.plasso.it @ All Right Reserved 2019 

D.P.C.M. : In cosa consiste la cosiddetta “Fase-2" ?CHECK LIST DI AUTOCONTROLLO SULL’APPLICAZIONE DEL PROTOCOLLO AL CONTRASTO E CONTENIMENTO DEL COVID-19

D.P.C.M. : In cosa consiste la cosiddetta “Fase-2" ?

27/04/2020 14:25

ING. MARCO EMMANUELE

NEWS, Emergenza Covid-19,

D.P.C.M. : In cosa consiste la cosiddetta “Fase-2" ?

Gentile Cliente,a seguito della conferenza stampa tenutasi ieri sera dal Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte, è stato emanato un nuov

Gentile Cliente,
a seguito della conferenza stampa tenutasi ieri sera dal Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte, è stato emanato un nuovo D.P.C.M. relativo alla cosiddetta “Fase-2”.
Plasso, nei prossimi giorni, onde assicurare un supporto ai propri clienti in questa fase delicata di riapertura delle proprie attività produttive, organizzerà una videoconferenza in cui verranno trattati i seguenti argomenti:


•    Contenuti del D.P.C.M.
•    Misure di sicurezza da attuare all’interno dei propri luoghi di lavoro;
•    Misure di sicurezza da attuare nei confronti di clienti e fornitori;
•    Metodologie per la gestione in autonomia della sanificazione dei propri ambienti di lavoro.

 

 Grazie alla collaborazione con lo Studio Scaringi, di seguito una breve sintesi, per info più complete troverte in basso il llink per potere scricare il dpcm.

 

Gli spostamenti
A insistere per mantenere l'obbligo dell'autocertificazione per gli spostamenti all'interno del Comune o della Regione sono stati in particolare i ministri Speranza e Boccia. Cambierà il modulo perché alle già note motivazioni per uscire di casa si aggiunge quella della visita ai parenti, secondo precise modalità per tutelare salute e sicurezza. Ci si potrà muovere all'interno del proprio Comune e della propria Regione, non ancora invece in altre regioni se non per ragioni di lavoro o salute. Anche se cadrà il divieto, che era stato introdotto con il lockdown, di spostarsi dal luogo in cui ci si trovava verso quello di domicilio o di residenza. Sarà dunque possibile per gli studenti o i lavoratori o chiunque altro rimasto bloccato in un'altra città dal lockdown fare ritorno a casa.

 

Gli incontri
Una prima apertura al ritorno ad incontrarsi arriva con l'autorizzazione a vedere familiari stretti, genitori, sorelle, fratelli, nonni. Il che non vuol dire consentire riunioni di famiglia: resta valido il divieto di assembramenti, anche in casa. Soprattutto per proteggere i più anziani è prescritto l'uso della mascherina.

 

Attività motorie
Come annunciato, dunque, sarà consentita la ripresa dell'attività motoria non più nei pressi della propria abitazione, sempre individualmente o comunque a distanza di almeno un metro, con la sola eccezione di persone conviventi nella stessa casa. La regola della distanza vale anche per i giardini pubblici, che avranno con ingressi contingentati. Sì anche all'attività motoria con i figli o alle passeggiate con persone non autosufficienti. Potranno riprendere ad allenarsi gli atleti professionisti delle attività individuate dal Coni, non gli sport di squadra per i quali la ripresa potrebbe essere il 18 maggio. Per l'attività sportiva la distanza minima prevista è di due metri. Per la semplice attività motoria è invece di un metro.

 

Bar ristoranti in take away
In attesa della riapertura di bar e ristoranti, ma anche di centri estetici e parrucchieri, annunciati dal premier Conte per l'1 giugno, viene confermata, a partire dal 4 maggio (nelle Marche da domani), la possibilità di fare ristorazione con le modalità di vendita da asporto oltre che di domicilio. Il consumo non deve avvenire all'interno del locale, né al suo esterno devono formarsi assembramenti in cui non si rispetta la distanza fra le persone. "Si dovrà entrare uno alla volta - ha spiegato Conte -, rispettando la fila, le distanze, con i dispositivi di protezione".

 

Negozi
Per gli esercizi commerciali al dettaglio la riapertura è fissata per il 18 maggio e non per l'11 come ipotizzato in un primo momento. Su richiesta del Comitato tecnico scientifico si è ritenuto di programmare step di riapertura di 14 giorni per verificare gli effetti di ogni riapertura. Parrucchieri, barbieri, centri estetica, come detto, riapriranno l'1 giugno assieme a bar e ristoranti.

 

Messe e funerali
Accolte solo in parte le richieste della Cei per la ripresa delle funzioni religiose. Dal 4 maggio potranno essere nuovamente celebrati i funerali ma solo alla presenza degli stretti familiari (parenti di primo o secondo grado), non più di 15 persone, se possibile all'aperto e a distanza l'uno dall'altro. E tutti dotati di mascherina. No invece alle messe, nonostante la proposta articolate di misure di distanziamento da parte della Cei. Durante l'incontro è stato posto con fermezza anche il tema della riapertura dei cimiteri, sia pure in sicurezza. A farlo in particolare l'Anci, per bocca del suo vicepresidente Roberto Pella. Il governo, però, ha preso tempo e non ha ancora ufficialmente aperto a questa possibilità.

 

Attività produttive
Confermato anche il calendario delle ripartenze delle attività produttive. Si comincia già domani con le aziende ritenute strategiche, dai cantieri dell'edilizia pubblica al manufatturiero per l'export con richieste di autorizzazione in deroga ai prefetti. Dal 4 tutte gli altri e il  commercio all'ingrosso funzionale a queste filiere.

 

Musei e mostre
Come anticipato musei, mostre e luoghi culturali all'aperto riapriranno il 18 maggio.

mikael-kristenson-3aVlWP-7bg8-unsplash

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato su tutte le novità ed i servizi offerti

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder